Sabato 18 Set 2021
Stampa

Cari amici Fuoristradisti

1988 picnic sui magrediDopo la telefonata di Guido Dalla Costa che mi ricordava il prossimo trentennale della SFE, ho avuto un momento di smarrimento solo al pensiero di scrivere qualcosa sul Sodalizio Fuoristradisti Euganei . Vi racconterò il mio coinvolgimento con il Sodalizio, che è nato con la ricerca di un club fuoristrada che mi aiutasse ad organizzare un Raduno Fuoristrada nei Colli Euganei per il mio Club Service del quale facevo parte : la Round Table 14 di Padova.

Avevo infatti partecipato ad un Raduno a Trieste organizzato dalla Round Table di quella città con la mia Suzuki 410 e mi ero subito innamorato del Fuoristrada, ed avevo proposto che l'anno successivo potevamo noi a Padova organizzare un Raduno. Ho quindi contattato Guido e gli altri dello SFE che subito mi hanno accolto con sincera amicizia e disponibilità. Era il lontano Marzo 1985 . Con loro ho cominciato ad organizzare il Raduno R.T. e soprattutto imparare "qualcosa " dell'andare in fuoristrada. Naturalmente il "mio" raduno ha avuto un ottimo successo ed io mi sono iscritto allo SFE . Tante sono le esperienze, gite e scossoni che hanno "formato " chi vi scrive : Passo Manghen – Colli Euganei – Brenta – Sile Cellina/Meduna – Fiera di Padova – Magredi ecc.Avevo infatti partecipato ad un Raduno a Trieste organizzato dalla Round Table di quella città con la mia Suzuki 410 e mi ero subito innamorato del Fuoristrada, ed avevo proposto che l'anno successivo potevamo noi a Padova organizzare un Raduno. Ho quindi contattato Guido e gli altri dello SFE che subito mi hanno accolto con sincera amicizia e disponibilità. Era il lontano Marzo 1985 . Con loro ho cominciato ad organizzare il Raduno R.T. e soprattutto imparare "qualcosa " dell'andare in fuoristrada. Naturalmente il "mio" raduno ha avuto un ottimo successo ed io mi sono iscritto allo SFE . Tante sono le esperienze, gite e scossoni che hanno "formato " chi vi scrive : Passo Manghen – Colli Euganei – Brenta – Sile Cellina/Meduna – Fiera di Padova – Magredi ecc.

Nel 1987 , con la promessa di una " targa di Bronzo" con scritto Presidente mi hanno incastrato a fare il "capo" della SFE. Validamente coadiuvato dal Segretario Giorgio Lillo, e da Giorgio Angi, Guido Dalla Costa e Mauro Pisani. E qui parte la " mia avventura " : le riunioni al Bar Ruffo del Socio Lorenzo Cattelan (con proiezioni di foto e filmati), le gite vicine e quelle in Toscana, e soprattutto il " Campo di Corso Australia " che otteniamo in concessione dal Comune di Padova e che con l'aiuto ed il lavoro fisico di tutti i Soci attrezziamo di tutto : Ponte di Traversine (Ponte KWAI), una buca immensa (del Coccodrillo Sdentato), di piastre e twist e di quant'altro di massacrante potete lontanamente immaginare. E sempre gite impegnative a Porto Caleri, Appennino Tosco Emiliano, Colli e la Fiera di Padova con le prove in Fuoristrada. Non dimenticando il nostro impegno di Protezione Civile. Il Campo vede anche una manifestazione SUPERINDOOR in collaborazione con l'Assessorato allo Sport del Comune di Padova, che ha un grande successo di pubblico.

Nel Consiglio Direttivo entra il compianto amico Giovanni Gaspari che infonde nuove energie al Club. Ci inventiamo il GIROQUIZ, una specie di caccia al tesoro per Padova con partenza ed arrivo al Campetto, dove tra risate e grigliate e quiz, ci divertiamo come matti . In quell'anno facciamo anche una gita a Palagano, una Notturna di Orientamento e di nuovo sulla neve del Manghen . Per fortuna tutto finisce e dopo 2 anni da Presidente passo il testimone a Giovanni "Rambo" Gaspari, che imbastisce subito i Corsi di Guida in Fuoristrada ed i CAMPUS TROPHY . Sì i Corsi di Guida Fuoristrada, visto che Giovanni ed io ci siamo conquistati il titolo di Istruttore Nazionale Fuoristrada FIF, non poteva averlo solo il nostro buon Guido Dalla Costa; quindi noi 3 insieme più Tony Girardello e poi Orlando Coltro ci siamo imbarcati nell'insegnamento del Fuoristrada ad un bel po' di appassionati ed anche a Polizia, Vigili del Fuoco, Crocerossine e Protezione Civile.

Cari amici entrano a far parte del Consiglio Direttivo negli anni successivi con idee, impegno e tanta buona volontà : Mauro Selvatico, Massimo Lorenzin, Piero Furlan e tanti altri. Tante altre cose potrei raccontarvi, ma lascio a chi mi ha seguito negli anni successivi, raccontare meglio e più in dettaglio.

La cosa che mi preme sottolineare è l'AMICIZIA e la COLLABORAZIONE di tutti i Soci e voglio ricordare gli instancabili custodi e promotori del Campo : Roberto Faggion e Franco Carraro. Gli storici della SFE : Giorgio Angi e Guido Dalla Costa . Il Supersegretario Giorgio Lillo ed il mio diretto successore Giovanni Gaspari, poi diventato Presidente Nazionale FIF e che ci ha lasciati troppo presto......

Vi auguro altri 30 anni di Amicizia, Felicità e Gite in Fuoristrada Sempre con il cuore in 4x4.

Vostro Gianluigi Testi